Home

18740069_1864704330447810_4613748662846023988_n

Estate!

Siamo arrivati alla fine di giugno e ora sì che abbiamo  l’imbarazzo della scelta! Fagiolini, peperoncini verdi, pomodori per l’insalata, lattughe miste, prugne Santa Rosa, albicocche, melanzane, origano, cipolle, patate, aglio, cetrioli, fascetto degli odori,  ….

Per dare spazio all’estate, e “complicarci” il paniere, oltre alla bontà dei prodotti di Orto di Carmela che da sempre ci accompagna in questo Gruppo d’Acquisto che ci dà tante soddisfazioni, dalla settimana scorsa siamo anche in compagnia dei prodotti di Vincenzo Egizio, storico amico di Slow Food, agricoltore del Vesuvio, più precisamente del Monte Somma. Con lui stiamo seguendo la maturazione delle diverse varietà di Albicocche per allenarci a  riconoscere i sapori e profumi della biodiversità. E dei suoi pomodorini del piennolo ….

Per farci scoprire i sapori del Monte Somma, Vincenzo Egizio ci propone un paniere di frutta e verdura di quello che di pronto c’è nell’orto.  Fidatevi!

______________________________

EVENTO STRAORDINARIO

Il viaggio di scoperta dei sapori intorno al Vesuvio

Nuovo paniere di Frutta vesuviana 100% che questa settimana propone altre due varietà di Albicocche vesuviane, del nuovo presidio Slow Food : Barracca e Pellecchielle. Insieme ai Fichi San Pietro e alle prugne, gialle e rosse. Circa 4 chili di frutta vesuviana 100%.

Gelsi rossi dalle campagne di Pierfrancesco Ammendola

Pomodorini del Piennolo per l’insalata, misto di insalate, aglio , fagiolini, Zucchine San Pasquale, patate dall’azienda di Vincenzo Egizio

Peperoncini del Fiume Tipo Poggiomarino (quelli + grandi!) dalla nostra Marialuisa Squitieri,

Peperoncini del Fiume (quelli + piccoli), Melanzane, pomodori per l’insalata, finocchi, cipolle novelle dal nostro Orto di Carmela che, per amore del Vesuvio, ora coltiva anche un orto sul Vesuvio a Trecase e da lì ci arriva l’origano del Vesuvio.

 __________________________________________________________________

Per questa settimana un’esclusiva  anteprima per il GABS!

Guardate bene la foto:

 CARCIOFI_SOTTOLIO

Stiamo parlando del Carciofo Violetto di Castellammare , e questi sono i nostri carciofi di Schito, da poche settimane entrati a far parte del Presidio Slow Food. Ma sono quelli più piccoli, raccolti e messi sott’olio da Carmela. L’anno scorso sono andati a ruba, e ora naturalmente li abbiamo con la nuova produzione stagionale.

E’ bello ricordarsi che anche i sott’olio hanno una loro stagionalità per essere lavorati e conservati. Negli scaffali del supermercato troviamo tutto sempre, e non ci facciamo più caso.

Dunque, la notizia è che la signora Carmela de L’Orto di Carmela ha preparato  25 vasetti di carciofi sott’olio, e solo per questa settimana al nostro GABS è riservato il diritto di opzione.

Grazie a Catello e a Carmela per questo piccolo (ma lavoratissimo per loro!) privilegio che ci hanno voluto riservare.

Qualcuno di noi, che l’ha saputo forse troppo in anteprima , ne ha già prenotati 5!

_______________________________________________________________

Ma cosa non è questo GABS!

Meravigliosa affluenza giovedì scorso in sede per il ritiro dei prodotti , dal fresco di Orto di Carmela alle Caciotte della Solidarietà con i prodotti degli allevamenti delle zone terremotate.

Proseguiamo anche questa settimana con la ESSE della Solidarietà

Senza-titolo-1

con i prodotti del Centro Italia colpito dal sisma, e per un po’ di tempo li terremo stabilmente nel paniere, visto che tutti li abbiamo molto graditi.

E ora , DUE notizie:

1)      da questa settimana il nostro Francesco dell’azienda  Agricola di Antonia Rastelli di  Tramonti sui Monti Lattari,  oltre alla ricotta, mozzarella, provola, ecc ,  prodotti che già conosciamo, ci propone la RICOTTA SALATA di pecora.  La terremo fino a Pasqua (le fave le avete assaggiate? Noi le mangiamo insieme, ricotta salata e fave). Inoltre, ci propone per la prima volta i BURRINI, formaggio tipico del sud Italia a pasta filata, prodotto con latte vaccino e con un cuore di burro.

E poi!

2)      Guardate bene questa foto: il 26 marzo scorso, alla Reggia di Quisisana presentazione  del Carciofo violetto di Castellammare. Orto di Carmela e’ la prima azienda del territorio Stabiese ad entrare nel Presidio Slow Food del Carciofo Violetto. La nostra Carmela, il nostro Catello , i NOSTRI carciofi!! Siamo felici per loro, siamo contenti di averli per amici del nostro GABS Gruppo d’Acquisto. Complimenti!

Carmela_slow

 

___________________

GABS significa Gruppo d’acquisto Biologico e Sostenibile, ma molte volte

la nostra ESSE diventa anche Solidarietà.

E vicinanza, e fare cose giuste per la nostra Italia.

norcia-terremoto-30-ottobre-campanile-santantonio4

Già dalla settimana scorsa avrete notato che abbiamo aperto un nuovo link, dedicato ai prodotti buonissimi del nostro Centro Italia, provenienti dalle zone colpite drammaticamente dal terremoto. Lo facciamo per sostenere un’economia pesantemente in difficoltà, lo facciamo per ricordarci che il dramma del terremoto, unito all’emergenza freddo, ha inflitto un altro duro colpo all’economia di molti Comuni del Centro Italia dove migliaia di persone vivono di agricoltura e pastorizia, offrendo prodotti tipici che rappresentano la spina dorsale del Made in Italy alimentare.

Purtroppo, le difficoltà per loro non sono ancora finite, anzi …!

Proponiamo allora un paniere tutto dedicato alla valorizzazione dei prodotti di alcune località colpite dal terremoto. Il paniere del Gabs si apre con la CACIOTTA DELLA SOLIDARIETA’,

Senza-titolo-1 prodotta con il latte degli allevamenti dei territori di Norcia, Amatrice e Leonessa colpiti dal terremoto. È di taglia grande, pesa 1 Kg: vi proponiamo di condividerla con amici e familiari.

E poi ci sono salumi, salamelle, salsicce, le Sibilline di Norcia e la Porchetta di Ariccia.

Luoghi, storie, culture e sapori che amiamo e che vogliamo concretamente aiutare.

_______________________________

Finalmente, il nostro Carciofo  Violetto di Castellammare!

IMG_4732

Di sicuro avrete notato che i fruttivendoli già da qualche settimana vendono carciofi , ma ormai abbiamo imparato che non sono i nostri carciofi, i “paesani”, quelli coltivati a qualche chilometro da casa nostra.

Questo è quanto  potete leggere sul sito nazionale di Slow Food : “Il carciofo di Castellammare è un sottotipo della varietà Romanesco, da cui si differenzia per l’epoca di produzione anticipata e il colore delle bratte, verdi con sfumature viola. La precocità è data dalla particolare mitezza del clima e dall’abitudine di rigenerare le piante ogni anno. All’epoca della ripresa vegetativa vengono scelti i migliori carducci, i germogli erbacei laterali che spuntano tutt’intorno alle piante madri, prelevati insieme a piccole porzioni di rizoma e trapiantati a dimora. La sua origine affonda le radici nell’epoca romana: una frazione di Castellammare di Stabia, Schito, era considerata al tempo particolarmente vocata all’orticoltura. Prova ne è che la zona, non lontana da Pompei, era identificata con il toponimo “orti di Schito”.
E proprio da questi orti di Schito arrivano al nostro GABS i primi (primissimi!) carciofi del 2017. È il terzo anno che, grazie al nostro Orto di Carmela, riusciamo ad assaggiare i Carciofi Violetti di Castellammare, da Schito,  tenerissimi, e li avremo  ancora per alcune settimane, fino alla fine della produzione. Come negli anni scorsi, per iniziare, ne avremo una quantità limitata. La signora Carmela ha contato quante “teste” sono già pronte per essere raccolte nella carciofaia e ce ne ha messe 100 a disposizione , per questa settimana. In anteprima.

Perché il paniere del nostro Gruppo d’Acquisto ha prodotti stagionali,  provenienti dalle aree agricole quanto più prossime a noi, e coltivati secondo i principi dell’agricoltura sostenibile.

Per cui, quando faremo la spesa on-line, le troviamo ma fino a 100! e poi il contatore del programma ci dirà che sono finite, per questa settimana.

Ricordate che il gambo di questi carciofi è tenerissimo, non lo buttate via … usatelo per risotti, pasta, minestre, frittate, insalate.

_______________________________________________________

Siamo davvero orgogliosi!

Il GABS  per questa settimana si arricchisce dei prodotti, frutto del lavoro laboratoriale degli alunni dell’Istituto Tecnico Agrario di Napoli “ De Cillis”

de_cillis
Per due settimane il nostro GABS avrà una pagina speciale per i prodotti realizzati dagli studenti dello storico Istituto Tecnico Agrario “De Cillis” di Napoli. Si tratta di un vero e proprio evento, in collaborazione con Slow Food Vesuvio e Verso Sud.
L’I.I.S. “Emanuele De Cillis”, è una storica istituzione scolastica per la formazione nel settore agrario istituita nel 1946. E’ un polo di riferimento attivo sul territorio orientale di Napoli e dei numerosi paesi vesuviani confinanti, sia per quanto riguarda la formazione professionale che quella tecnica agraria
L’azienda agraria, di cui è dotata la scuola, costituisce un ampio e prezioso laboratorio didattico. È estesa su un territorio di circa 16 ettari ubicati nel quartiere napoletano di Ponticelli. Le sue principali attività produttive riguardano: Viticoltura – Olivicoltura – Vivaistica – Frutticoltura (prevalentemente albicocche, che contano decine di varietà, e agrumi). L’istituto ospita, inoltre, uno dei più importanti campi di Germoplasma dell’albicocco, ed un Centro Floricolo Sperimentale Regionale all’avanguardia di fruttiferi quali: albicocchi ( Pellecchielle, Saccastrese, Prevete, Portici), ciliegi, meli cotogni, fichi, kaki, meli, melograni, nespoli, noccioli, noci, peri, peschi, susini.
Molti sono i prodotti che l’Istituto offre alla vendita al pubblico: dal vino, aglianico rosso , falanghina, greco di tufo alle marmellate, finanche allo cherry di mosto di vino alla grappa. Interessanti il rosolio cherry di mosto, la grappa, il nocino liquore e le marmellate di cipolle. Il rosolio cherry, seguendo un rigoroso disciplinare, viene realizzato dal mosto di uva rossa, che messo in macerazione viene purificato e filtrato.
Per la grappa, le vinacce portate in laboratorio vengono distillate fino ad una gradazione a 80 % vol., il prodotto ottenuto viene sottoposto ad una seconda distillazione che lo porta a 42% vol.
Fate attenzione: i prezzi sono davvero speciali!
Inoltre, omaggio degli studenti, sui nostri acquisti riceveremo talee di rosmarino, alloro e salvia.

_____________________________

Tutte le sfumature del …. verde ….

Pensate che ci sono alcune verdure che danno il  meglio di sé proprio d’inverno!!

Anche se per molte piante l’inverno è un momento di riposo vegetativo, non è detto che l’orto rimanga vuoto durante i mesi freddi; infatti a molte verdure giova un poco di gelo, che ne migliora le qualità organolettiche e spesso anche il sapore.

Per questo motivo in queste rigide settimane stiamo trovando, anche nel nostro GABS, i migliori broccoli, cavoli,  finocchi, ….

Tutto il verde dell’orto, insomma!

_________________________________

Giovedì 12 Gennaio 2017

All’inizio dell’anno abbiamo ricevuto questa mail dai nostri amici dell’Orto di Carmela : anche dal Gabs tanti auguri a Carmela, a Catello e al suo gruppo . Siamo felici e orgogliosi di avervi incontrati!

Questa settimana, vi proponiamo tre Presidi Slow Food nel nostro paniere di Gennaio: Cipolle di Alife, Ceci di Cicerale e Lupini Giganti di Vairano. Sono prodotti della biodiversità della Campania che dobbiamo conoscere e apprezzare.

E tra poche settimane, vi parleremo anche dei nostri nuovi due Presidi Slow Food ….100% Vesuvio!!

Buon compleanno “Orto di Carmela “

5 anni insieme

Era il 5 Gennaio del 2012, quando parlando con un bambino, uscì fuori che la mamma comprava l’insalata che cresceva nelle buste di plastica, sugli alberi! Capii che da mamma e da contadina dovevo fare qualcosa!

Nel frattempo mio marito, Catello, aveva avuto l’opportunità di conoscere la filosofia della Decrescita Felice, attraverso l’impegno di una cara amica professoressa. Un movimento culturale che parlava del km zero, di gruppi d’acquisto, di un rispetto per l’ambiente, nel vivere ecosostenibile, nel fare rete tra produttori e consumatori, e dell’importanza di produrre rifiuti zero!

Il 2012 era un altro l’anno di crisi economica, della terra dei fuochi e delle montagne di rifiuti in tante città della Campania. Dovevamo scegliere se abbandonare anche Noi l’agricoltura o resistere!

Nacque www.ortodicarmela.com e l’omonima pagina facebook, con l’intento di costruire una comunità di persone, che desiderasse con Noi, cambiare sistema, per accedere ad un cibo genuino e rispettoso dell’ambiente. Moltissime persone iniziarono a comprare le Nostre verdure, ritornando le ceste per un riutilizzo, spesso, ci davano anche gli scarti vegetali, i quali invece di finire in discarica ritornavano nelle campagne per diventare concime organico.

Nel frattempo grazie all’incontro con Slowfood, ci rendemmo conto che non eravamo gli unici contadini a coltivare genuinamente la terra, tanti nuovi amici contadini, con cui crescere, aiutarsi e scambiare opinione.

Cosi, prendendo spunto dal desiderio di tanti nostri amici abbiamo creato una rete di Contadini amici e produttori che rispecchiassero la Nostra filosofia e oggi 5 Gennaio 2017, grazie a questo percorso, possiamo tutti gustare la buona frutta locale, altre verdure, oltre alle nostre, che momentaneamente a volte non sono disponibili nelle nostre campagne, accedere a prodotti primari genuini, come pasta, farine, uova, marmellate, miele e olio per noi e i nostri cari. Questo permette a tutti noi un accesso ad un cibo buono, pulito e giusto più ampio. Il 2017 sarà un anno in cui daremo l’opportunità a tutti coloro che vivono fuori dal Nostro territorio di far parte del circuito di amici dell’orto di Carmela e ricevere comodamente in tutta Italia i prodotti del Nostro territorio. Se questo progetto funzionerà incrementerà anche la forza lavoro delle aziende partner. Continueremo sempre a mantenere un prezzo onesto, che tuteli sia chi produce e sia chi consuma. Crediamo che il cibo genuino deve essere alla portata di tutti poiché tutti hanno diritto di mangiare, senza pericolo di avvelenare il proprio organismo con un cibo ottenuto chimicamente!

Abbiamo fatto tanto, ma siamo orgogliosi soprattutto per aver collaborato a far nascere a Castellammare di Stabia, la scuola di Agraria, che vedrà nel 2020 i primi 15/20 Periti agrari, ai quali sarà affidato il futuro dell’agricoltura del Nostro territorio! Nel frattempo possiamo goderci la fioriera che hanno recuperato a piazza Spartaco, nel centro di Castellammare di Stabia. Un grazie a tutti Voi, in particolare a Maria, Bruno e Pina che in prima persona hanno creduto in Noi e poi hanno coinvolto molte famiglie in questo meraviglioso viaggio!

Vi auguro un grande 2017 a Voi e ai Vostri cari!                           Orto di Carmela

Buoni acquisti slow!

Logo GABS

Sede dell’Associazione Verso Sud  per tutte le  attività: Via Gambardella 16 a Torre Annunziata; numero di telefono fisso: 081.199.38.694.

 

 

11 risposte a Home

  1. Liliana Arena scrive:

    Bellissima iniziativa.

    • Pierpaolo Telese scrive:

      Grazie Liliana, a nome di tutto il gruppo promotore di Verso Sud e di Slow Food Vesuvio…abbiamo bisogno di stimoli ed incoraggiamenti…la sfida non è semplice e ne avvertiamo tutto il peso…

  2. Luisa Balzano scrive:

    Acquistando e consumando frutta e verdura di stagione è possibile beneficiare al massimo del sapore e del valore nutritivo di questi alimenti.
    Inoltre contribuiamo a ridurre l’impatto ambientale dovuto ai lunghi viaggi (consumo di carburante, inquinamento, conservanti, imballaggi ecc.)!
    QUINDI: BUONO, PULITO E GIUSTO!

    • Pierpaolo Telese scrive:

      Luisa, la tua competenza ci sarà utilissima in questo percorso…perchè, come Tu stessa hai avuto modo di scrivere, qualche giorno fa, Bio è logico!!!!

  3. Francesco scrive:

    Siamo ormai così abituati a mangiare frutta e verdura tutto l’anno che quasi non ne assaporiamo più il sapore. Se iniziassimo a consumare i frutti che la terra ci dona quando può donarcela avremmo sempre la sensazione di mangiare qualcosa di meraviglioso.

    • Pierpaolo Telese scrive:

      Pensiero poetico che, però, riassume in pieno la filosofia che ispira il Gruppo di Acquisto Biologico…recuperiamo il gusto di mangiare bene e sano…la stagionalità dei prodotti diventa, perciò, un elemento fondamentale…

  4. Maria Lionelli scrive:

    Tra pochi giorni, il paniere del nostro Gruppo diventerà più ampio: legumi , cipolle, …
    e sono in arrivo sapori e varietá dalle altre condotte di Slow Food della Campania!

  5. Liliana Arena scrive:

    Allora? Definitivo? GABS? Gruppo di Acquisto Biologico Sostenibile! Evvai!

  6. maria lionelli scrive:

    Oggi insalata di Pomodorini del Vesuvio, basilico dal mio orto in terrazza e Olio extra Vergine (e un po’ di mozzarella): caprese? No, Estate Vesuviana!

  7. Paolo Pulella scrive:

    Vorrei sapere i costi e poiché mi trovo sulla zona di Pomigliano D’Arco qual’è il punto di distribuzione più vicino ?
    Grazie

  8. giulio iurilli scrive:

    buongiorno,

    sono un piccolo produttore di mandorle – varietà Genco e Filippo cea – , di un modesto quantitativo di legumi e alcune erbe aromatiche – tutto coltivato nell’agro di Ruvo di Puglia (BA); tra le erbe aromatiche dispongo di varietà spontanee raccolte a confine con il parco dell’Alta Murgia.- Con la presente Le chiedo se il vostro GAS è interessato all’acquisto di detti prodotti. Le mandorle sgusciate – campagna 2016 – sono suddivise in prima scelta (calibrata) e seconda scelta, entrambi con impurità pari a zero.- PREZZO 1^ scelta €12,00, 2^ scelta € 11,00.-

    Se interessati all’acquisto, di un pur minimo quantitativo di detti prodotti,è possibile inviare un campione per la verifica con i relativi prezzi e descrizione dell’azienda agricola.-

    N.B. La presente proposta di vendita diretta è finalizzata a bypassare altre figure commerciali, al fine di ridurre i prezzi e sfuggire a commercianti “sanguisuga”.

    Ai prodotti verrà allegata scheda tecnica ed indicazione del luogo di produzione.-

    tel.3885715637 Giulio IURILLI.

    NON DUBITATE SULLA QUALITA’ ED ONESTA’.

    cordiali saluti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>